Travel Wine Magazine

Cerca

MASSAGGI, QUANDO IL BENESSERE DIVENTA LUSSO

Massaggi, cura di sè, benessere: un viaggio umano di millenni di storia per nutrire la cura del corpo, della mente e dello spirito. A Milano, la visita dei giornalisti a Imperial spa, una boutique del massaggio a 5 stelle.

a cura di Federica Guerriero

IL MASSAGGIO NELLA STORIA

La pratica dei massaggi ha una lunga e affascinante storia che risale a migliaia di anni fa. Reperti archeologici hanno testimoniato di prime pratiche di diverse antiche civiltà, a seconda della cultura e della religione.

La più antica testimonianza è attestata in India intorno al 3000 a.C. se non addirittura prima ed erano legati all’AyurVeda, sistema pratico per la salute perfetta, che univa la Meditazione trascendentale ai benefici dei massaggi, considerati un sistema sacro di guarigione naturale all’interno dell’Ayurveda.

Un pò più tardi (2700 a.C.) si trovano i metodi di massaggio cinesi, sempre nella doppia accezzione di abilità e di pratiche della medicina tradizionale cinese, delle arti marziali e dell’addestramento spirituale di buddisti e taoisti. Quasi in contemporanea (2500 a.C.), troviamo le tecniche egizie di massaggio con lo sviluppo della riflessologia plantare, oggi tanto in voga per gli indubbi benefici, che coinvolge l’applicazione di pressione su punti specifici o zone sui piedi e sulle mani per effettuare la guarigione.

Più tardi (800-700 a.C.), il rituale dei massaggi si sviluppa in Grecia, specie tra gli atleti per preparare i loro corpi prima delle competizioni, in combinazione con erbe e oli per trattare varie condizioni mediche. Ippocrate, il “padre della medicina”, trattava le lesioni fisiche con la frizione, una tecnica di massaggio.

Infine, nell’antica Roma, il massaggio era un rituale quantomai vicino alla nostra percezione di benessere e di cura di sè.

Seppure con fini diversi, nei secoli tutte queste pratiche antiche hanno gettato le basi per le tecniche di massaggio che conosciamo oggi, con ogni cultura che ha contribuito con la propria filosofia e approccio alla pratica del massaggio.

LE TRASFORMAZIONI PERCETTIVE

La percezione del massaggio ha subito diverse trasformazioni nel corso della storia, riflettendo i cambiamenti culturali, scientifici e tecnologici, passando da una pratica principalmente manuale e artigianale, ad una professione riconosciuta e regolamentata, con una crescente enfasi sulla sua efficacia terapeutica e sui benefici per la salute e il benessere. Nel corso degli ultimi secoli si è assistito ad un’evoluzione del concetto del massaggio.

Nell’era coloniale americana (1700), i massaggiatori erano conosciuti come “rubbers” e lavoravano principalmente con chirurghi per assistere nella riabilitazione post-chirurgica. Quindi, anche qui risulta privilegiato il concetto di salute rispetto a quello di benessere.

Nel periodo di fine ‘800, inizio ‘900, si assiste ad una progressiva standardizzazione delle tecniche di massaggio, con sviluppo dei sistemi di massaggio metodici, grazie a studiosi come lo svedese Per Henrik Ling ed il basco Johann Georg Mezger .

La metà del ‘900 segna, di fatto, l’ampliamento del concetto di massaggio integrandolo nel movimento più ampio per la salute olistica e l’enfatizzazione dell’approccio completo al benessere. Con il progredire della ricerca, della specializzazione e dell’espansione delle conoscenze,gli anni 2000 segnano l’approdo concettuale del massaggio alle diversificazioni in varie specializzazioni.

Imperial spa, ingresso@photo F. Guerriero-TWM

Nell’era presente, la digitalizzazione ha portato all’integrazione di nuove tecnologie nel campo del massaggio, come app per la prenotazione e dispositivi per la terapia a distanza

Ma più di tutto, il massaggio è inteso come pausa di relax dallo stress quotidiano, da praticare in ambienti sempre più esclusivi e lussuosi.

Milano, bellissima capitale della moda, degli affari, del business internazionale riesce a stupire sempre. Specie quando si tratta di lusso e benessere a cinque stelle. Come nel caso di Imperial SPA, boutique opulente di lacche, smalti, decori, fontane arredi e profumi, che è stata oggetto di visita -su invito -per alcuni di noi giornalisti. Uno spazio di 600 mq su due livelli, dalle atmosfere orientaleggianti, con la promessa di traghettare il visitatore in un’oasi di pace e di tranquillità.

Un angolo di Thailandia, con tanto di terapiste di origine thailandese per trattamenti rituali e massaggi, mentre per la beauty routine le specialiste sono italiane. Si assicura una vera esperienza multisensoriale, ben distinta dalla classica SPA. tra profumi e sensazioni total relax, suite emozionali, massaggi thai, trattamenti specifici, estetica tradizionale e suadenti percorsi di coppia.

Il massaggio, si sa, è esperienza da vivere che, nell’occasione, però, non c’è stata. Dunque? Un’esperienza per pochi, ma non per tutti. Neanche demo per noi giornalisti.

@Riproduzione riservata

 

News

Attualità

I nostri sponsor

I nostri partner