Travel Wine Magazine

Cerca

MALTA, LA SOLENNITÀ DELLA PASQUA

Dalle tradizionali “sette visite” a sette diverse chiese per rendere omaggio agli Altari della Reposizione, alle processioni nei 20 villaggi dell’Arcipelago, alle rievocazioni storiche, ai dolci tipici. A Pasqua Malta è ancora più suggestiva!

Trascorrere le festività pasquali a Malta significa immergersi in una tradizione forte e di cui i locali si fanno orgogliosi portatori; ovunque si organizzano processioni, e le strade sono animate dalla musica delle bande, da concerti di campane e da rievocazioni storiche e sfilate di statue. Malta è fortemente legata al cerimoniale cattolico, iniziando a celebrare la Pasqua la Domenica delle Palme, per raggiungerne il culmine durante il Triduo pasquale: il Giovedì Santo, il Venerdì Santo e la Domenica di Pasqua, giorni in cui la popolazione prende parte alla liturgia con impegno e preparazione.

La Pasqua sa infondere un sentimento di pura gioia tra gli abitanti dell’arcipelago, supportata dalle temperature che in questo periodo sono particolarmente miti.
Con l’avvicinarsi della fine della Quaresima, decine di villaggi organizzano grandi celebrazioni, ma di sicuro il momento apicale di queste feste sono le processioni del giorno di Pasqua, quando centinaia di fedeli si ritrovano per portare in trionfo la statua del Cristo che risorge.

l Giovedì Santo i maltesi compiono le tradizionali “sette visite” a sette diverse chiese per rendere omaggio agli Altari della Reposizione, ovvero il luogo in cui, nella liturgia cattolica, viene riposta e conservata l’Eucaristia al termine della messa vespertina del Giovedì Santo, quella dedicata all’Ultima Cena. I quadri e gli affreschi nelle chiese sono ricoperti da drappi in segno di lutto e lo spirito generale è di raccoglimento e meditazione.

Durante il Venerdì Santo non ci sono messe, ma si può invece assistere alla Passione di Cristo in circa 20 villaggi dell’Arcipelago, tra cui quella più famosa e scenografica è forse quella della cittadina di Zebbug. Durante questo cerimoniale si può ammirare la solenne processione di statue, ognuna rappresentante un preciso momento della vita di Cristo, la cui ultima statua è rappresentata da Gesù trionfante sulla morte. Chi partecipa alla processione spesso è vestito come personaggi biblici; alcuni portano una croce e talvolta trascinano catene legate ai piedi scalzi, come atto di fede o penitenza.
Ai bambini viene assegnato il compito di esporre ai piedi della statua del Cristo risorto il tipico dolce pasquale per farlo benedire. Questo dolce si chiama figolla, un pan di spagna ripieno di mandorle che viene confezionato a forma di coniglio, agnello, pesce o cuore e poi ricoperto di glassa di zucchero e che, una volta benedetto, viene consumato il giorno di Pasqua.

Nella notte tra sabato e domenica si celebra la messa notturna, forse la più mistica delle celebrazioni cattoliche e che tradizionalmente inizia al buio: durante la preghiera si accendono una ad una le luci fino al momento di massima luminosità che naturalmente rappresenta l’istante in cui risorge Cristo.

Come è facile immaginare, le celebrazioni raggiungono l’apice la domenica di Pasqua, quando il suono festoso delle campane del mattino annuncia la risurrezione. In un clima di gioia diffusa i maltesi si riversano per le strade applaudendo al passaggio della statua di Cristo risorto e partecipando in gran numero alla messa mattutina per poi riunirsi in famiglia attorno alla tavola del pranzo in cui solitamente viene servito agnello con patate e verdure, cui naturalmente segue la figolla.

Malta, by Pixabay

Arrivare a Malta è ancora più facile. “Malta rappresenta certamente una destinazione poliedrica, una meta in linea con i gusti di numerosi target. Il vasto patrimonio culturale, il ricco calendario eventi, un’eccellente rete di servizi ed una natura rimarchevole, sono tutte caratteristiche dell’Arcipelago che lo rendono perfetto per viaggi individuali e per vacanze in famiglia. Malta, grazie alla sua posizione e al clima, può essere raggiunta facilmente tutto l’anno, aspetti che sono stati notati e colti da Ryanair che oggi riesce ad offrire posizionamenti comodi da tutta Italia per raggiungere la destinazione” sottolinea Ester Tamasi, Direttore VisitMalta Italia.

Tra le compagnie aeree che collegano Malta all’Italia, quella con il più alto numero di voli è sicuramente Ryanair che opera connessioni dirette tra Malta e ben 17 città italiane: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Bergamo, Lamezia Terme, Milano Malpensa, Napoli, Parma, Perugia, Pescara, Pisa, Roma Ciampino, Trapani, Torino, Treviso, Trieste.

Mauro Bolla, Country Manager Ryanair Italia: “Con l’avvicinarsi dell’estate, siamo lieti di poter offrire ancora più rotte e tariffe basse ai clienti italiani che pianificano le loro meritate vacanze estive a Malta. La stagione estiva 2023 per quanto riguarda i collegamenti Ryanair tra Italia e Malta, offrirà 17 rotte e oltre 180 voli settimanali, isole comprese”.

www.visitmalta.com

a cura di Sara Iannaccone

 

News

Attualità

I nostri sponsor

I nostri partner